SOLO

Daniele Richiedei, violino solo

La dimensione della performance “in solo” mi caratterizza particolarmente, ed è oggetto di una costante ricerca sul mio strumento, che al momento si esprime in due diversi progetti: “Northern Lights”, e “Senza Titolo”.

Northern Lights :::  performance improvvisativa, che si snoda tra citazioni e graduali mutazioni del materiale musicale, fortemente ispirata alla Scandinavia, attingendo dalla musica colta, dalla canzone d’autore e dall’affascinante tradizione folk.

Senza Titolo :::  programma variabile per violino solo, con la predilezione per l’accostamento di periodi storici molto diversi fra loro, dal barocco al Novecento storico e al contemporaneo. Il repertorio è sempre in espansione: G. P. Telemann (“Dodici Fantasie”), J.S. Bach (“Tre Sonate e Tre Partite”), S. Prokofief (“Sonata op. 115”), V.Barkauskas (“Partita”, 1979), P. Ugoletti (“Fade Out”, 2009), D. Richiedei (“Paris, 1920 – Sao Paolo 1920 – New York 1920 – Brescia 1920”, 2015, “Fade In”, 2013).